Lavinio, 13 Marzo 2016

Lavinio, partenza Coppa Lazio 2016
Lavinio, partenza Coppa Lazio 2016

IX ^ COPPA LAZIO CICLISMO CSAIN PEDALANDO NEI VALORI DELLO SPORT ETICA FAIR PLAY CITTA’ LAVINIOANZIO (RM)DOMENICA 13 MARZO 2016TAPPA TIRRENICA CIRCUITO CAVALLO MORTO

“ TROFEO CITTA’ DI LAVINIO – 1° TROFEO BAR EASY CAFFE’ – GRAN PREMIO PIZZERIA MARY “ Tappa selettiva disturbata da un fastidioso vento marino ponentino.

Si aggiudicano la tappa e maglia : Cristian Bisonni (A); Roberto Maggioli (V); Sergio Placidi (S/G); Marcella Lombino (Donne)

Domenica u.s. festival delle due ruote ecologiche a Lavinio famosa ed ospitale cittadina balneare tirrenica, a due passi da Anzio Comune Territoriale.

In programma la terza tappa della prestigiosa IX ^ Coppa Lazio Ciclismo Csain.

Uno storico evento ciclistico, che ha visto schierati al nastro di partenza le migliori tradizioni del ciclismo amatoriale laziale e Centro Italia, che poi si sono battuti con lealtà sportiva e Fair Play, affrontando con impegno agonistico l’ostico circuito locale del “ Cavallo Morto “, un percorso impegnativo e selettivo da ripetere secondo regolamento, che ha messo a dura prova, la tenuta fisica dei corridori ancora alle prime armi stagionali.

Si corre per l’assegnazione per gli ambiti “ Trofeo Città di Lavinio e Trofeo Bar Easy Caffè e del tradizionale Gran Premio messo a disposizione dalla nota Pizzeria Mary di Lavinio.

L’organizzazione perfetta, è, stata curata dal Patron locale Carlo Macci e dal Comitato Csain Lazio (Resp .le Claudio Trovarelli). Per la cronaca ricordiamo brevi cenni storici della ospitale cittadina tirrenica : “ Lavinio – Lido di Enea, famosa località turistico – residenziale sulla costa laziale , è frazione del comune di Anzio e a circa 50 km da Roma. È nota soprattutto per le sue spiagge, caratterizzate da sabbia chiara e sottile, dove sorgono circa 20 stabilimenti balneari privati, ma anche spiagge libere.

Lavinio si anima soprattutto durante i mesi estivi, quando si popola principalmente di residenti romani che trascorrono qui il periodo di villeggiatura estivo. L’antica Lavinium non coincide con l’attuale Lavinio.

Lavinium, il luogo dove la leggenda vuole che Enea giunse insieme al figlio Ascanio, si trova invece presso la foce del fosso di Pratica di Mare, frazione di Pomezia, a circa 20 km più a nord lungo la costa.

Lavinio, al tempo aureo dell’Impero Romano, era sede di opulente ville patrizie consone al carattere e alla ricchezza di Roma. Nel periodo medioevale, il territorio, fu soggetto alla invasione dei pirati e dei saraceni ”.

La cronaca :Finalmente una mattinata splendente e primaverile anche se il vento marino ponentino, ah reso dura e faticosa la pedalata dei ciclisti.

La partenza viene data alle ore 09.15 dallo storico direttore di gara Carlo Macci, protagonisti in campo le vivaci e battagliere categorie giovanili, che durante la corsa, non hanno disatteso le aspettative dei numerosi supporter spalmati lungo il percorso agonistico.

Al chilometro 24 : fuga della giornata, dal gruppo allungano il passo tre corridori, che con precisi cambi tattici, fanno il vuoto e si presentano solitari al traguardo di Lavinio (via Giuseppe Verdi)

Una volata finale senza storia, la vittoria al forte velocista Cristian Bisonni ( Due Ponti Bikelab) completano il podio d’onore nell’ordine gli ottimi Marco Caliciotti e Diego Simonetti compagni di squadra del team ciociaro Roccasecca Bike. Positive le prove di : Sinapi , Mawanane , Ribeca, Giuliani , Averaimo, Pagano , Mariani, Barcellan, Morichini, Valerio , Tonel, Romualdi.

 

Nella seconda gara riservata ai gentleman, veterani , super/g e donne , la fuga vincente si verifica al sesto dei 12 giri in programma e anche in questa occasione le squadre avversarie con ottimi velocisti non riescono a riprenderli.

Alla testa della corsa transita il terzetto Roberto Maggioli ( Ciclomillennio), Paolo Casconi ( Team Audax Aprilia) e Vito Bellini.

Il finale di gara premia l’ottimo Roberto Maggioli, a seguire gli indomabili Paolo Casconi e Vito Bellini. Buona la partecipazione di Nalli, Calabretti, Macchini, Bertozzi, Savoia, Filippi,Di Tommaso (un ottimo rientro il suo dopo un anno di stop), Cannone , Santangeli, Possanzini, LoIacono, Conte. Maglia e tappa nei super/g a Sergio Placidi (Disoflex-Portalandia) a ruota concludono Marsella, Pietroni, Collalti, Cesali, Colandrea, Iulianella.

Nella “ quota rosa ”donne si aggiudica il primo podio Marcella Lombino (World Truck Team) , a seguire Nelita Gentile(World Truck Team) e Elisabetta Pomponi (Conti D’Angeli).

 

Le premiazioni di rito si sono svolte presso i locali del bar Easy Caffe di Lavinio coordinate dal responsabile della corsa Carlo Macci.

Ottimo il presidio stradale curato dai professionali Carabinieri di Anzio , protezione civile le Torri, scorte tecniche Vessella , giudici Csain. Appuntamento per le società di Coppa Lazio per domenica 20 Marzo ai 5 archi di Velletri. (Rm)

 

Alcuni vincitori
Alcuni vincitori

            Giovanni Maialetti

 

 

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale