Castelfidardo, 01 Agosto 2020

Podio e premiazioni 6° Trofeo Garofoli Porte (Foto Lamnfranco Passarini)

6° Trofeo Garofoli Porte: trionfa il ceko Mathias Vacek

Il 6° trofeo Garofoli Porte, prima gara juniores in Italia dell’era post Covid, disputata dopo le precedenti di Imola, Sant’Ermete ed il Circuito dei Monti Coralli a Faenza,  ha visto ben 229 corridori ai nastri di partenza, (soli 48 all’arrivo), è nel segno del rappresentante della Repubblica Ceka  Mathias Vacek (Team Giorgi).

Mathias Vaceck vince a Castelfidardo

È lui il trionfatore per distacco dopo una gara avvincente che ha visto emergere nei momenti decisivi della competizione proprio le punte di diamante dei vari team.

Corsa decisa con la fuga di Vacek (lo scorso anno si piazzò all’8° posto), e del campione europeo in carica, l’ucraino Ponomar (Team Franco Ballerini-Toscano Giarre) proprio nell’ultimo strappo della “Figuretta” a pochi chilometri dal traguardo.

Gara che verrà ricordata come quella dei record.

Sicuramente per il numero di partenti, ben 229 (con ulteriore deroga arrivata solo in mattinata dalla Federciclismo).

La partenza della gara

Poi per il termometro da bollino rosso che ha contribuito, al di là del già difficile percorso nel finale, a rendere la gara ancor più selettiva per la canicola asfissiante.

Ma che ha comunque fatto registrare un’andatura superiore allo scorso anno.

 

Numeri impressionanti a dimostrazione della voglia di tornare alla normalità. Il tutto sotto lo sguardo del ct. della categoria juniores,Rino De Candido in vista dei prossimi Europei in Francia e dei Mondiali in Svizzera e che ha tenuto a battezzare quella di Castelfidardo come “un vero e proprio campionato italiano” per la presenza di quasi tutti i migliori corridori.

Nelle battute iniziali, 10 giri in pianura, causa il caldo torrido, da registrare solo due fughe.

La prima col comasco Davide Mezzanotti (Club Ciclistico Canturino 1902) ed  Montefiori (Italia Nuova Borgo Panigale), ripresi dal gruppo dopo un giro ed un vantaggio massimo di 40”.

Al 55° km nuovo tentativo conEmanuele  Benedetti (Ausonia Csi Pescantina), Marco Pavesi (Team F.lli Giorgi) ed ancora Davide Mezzanotti (Club Ciclistico Canturino 1902).

La gara entra nel vivo già al primo dei 7 passaggi sullo strappo della Figuretta con Marco Pavesi (Team Flli Giorgi) ed Emanuele  Benedetti (Ausonia-Pescantina) a far l’andatura ed altri 5 all’inseguimento. Gruppo a ridosso con Garofoli allo scoperto.

Una fase della gara (Foto Lanfranco Passarini)

Nel secondo passaggio protagonista un quintetto capeggiato da Russo (CPS Professional).

Nel terzo sarà Kajamini (Italia Nuova Borgo Panigale) a prendere il largo. Ma alle sue spalle il gruppo reagisce con veemenza ricompattando il tutto.

Nel penultimo passaggio ancora un quartetto in fuga : D’Aniello (Team LVF), Cometti (Team Giorgi), Ponomar (Team Franco Ballerini) e Ghiradi (Aspiratori Otelli).

Ma anche questa non sarà la volta buona.

La gara si decide infatti poco dopo il suono della campana che segnala l’ultimo giro e sull’ultimo strappo se ne vanno Vacek (Team Giorgi) e Polonar (Team Franco Ballerini) mentre altri corridori si controllano a vista. 

I due battistrada vanno in perfetta sintonia di intenti, capiscono ben presto di avere oramai in mano la corsa e non si danno battaglia fino ai 200 metri dalla linea bianca.

Poi Mathias Vacek che ha già vinto in queste settimane tre gare nella sua Nazione se ne va con Pononar che sembra in riserva.

Ed è dunque il forte portacolori del team Giorgi (squadra premiata per la strategia) a mettere il sigillo a questo 6° Trofeo Garofoli Porte.

Un applauso per il parabiaghese Andrea Montoli (Club Ciclistico Canturino 1902) che dopo il passo falso nella gara disputata sul Circuito dei Monti Coralli dove fu costretto al ritiro in seguito ad una caduta, oggi si è dimostrato in ottima forma e il terzo gradino del podio ne è la conferma ed ottimo auspicio per il prosieguo di questa martoriata stagione agonistica.

E tra i ragazzi del Presidente Frigerio ottima gara di Lorenzo Roda classificatosi in 13° piazza e anche Davide Mezzanotti molto attivo specialmente nella prima parte della gara.

Al via anche i corridori del PG&GB Junior Team del Presidente Gianluca Bortolami al 26° posto con l’azzurro Lorenzo Gobbo in compagnia degli altri azzurri (esperienza in Pista a Montichiari con il CT Marco Villa), Giacomo Villa in 42° piazza e Damiano Valerio in 43°.

Ed ora tutti pronti per la Grande Giornata del Ciclismo Lombardo che è stata organizzata all’Autodromo Nazionale di Monza per martedì 4 agosto sotto l’egida del CR-FCI Lombardia presieduto da Cordiano Dagnoni con la collaborazione del CP-Monza&Brianza presieduto da Marino Valtorta e dalle Società Ciclistiche Pedale Monzese, SC Cesano Maderno e GS Alzate Brianza.

Il Tricolore Garofoli (Foto Lanfranco Passarini)

ORDINE D’ARRIVO del 6° TROFEO GAROFOLI PORTE

 

  1. Mathias Vacek (Team F.lli Giorgi) 126,3 chilometri in 3.11’35” alla media di 39,555 km/h

 

  1. Andrey Ponomar (Team Franco Ballerini-Toscano Giarre) a 2”

 

  1. Andrea Montoli (Canturino 1902) a 8”

 

  1. Andrea Piras (Aspiratori Otelli Cadeo Carpaneto) a 13”

 

  1. Davide De Pretto De (Asd Borgo Molino Rinascita Ormelle) a 39”

 

  1. Giorgio Cometti (Team F.lli Giorgi)

 

  1. Giovanni Gazzola (Campana Imballaggi)

 

  1. Immanuel D’Aniello (Team LVF)

 

  1. Ludovico Crescioli (Team Casano)

 

  1. Lorenzo Germani (Work Service Romagnano)

 

  1. Egidio Karim Raviele (Cps Professional Team) a 50”

 

  1. Michele Berasi (Ausonia Csi Pescantina) a 1’03”

 

  1. Lorenzo Roda (Canturino 1902) a 1’15”

 

  1. Lorenzo Peschi (Big Hunter Beltrami Tsa Seanese) a 2’03”

 

  1. Raffaele Mosca (Forno Pioppi)

 

  1. Lorenzo Conte (Libertas Scorze’)

 

  1. Giuseppe De Laurentiis (Vini Fantini-Sportur-Free Bike) a 2’12”

 

  1. Francesco Cali’ (Aspiratori Otelli Cadeo Carpaneto)

 

  1. Federico Iacomoni (Campana Imballaggi)

 

  1. Lorenzo Gobbo (P&G Gb Junior Team) a 2’50”

 

  1. Pierfilippo Gabrielli (AS Roma-Team Coratti)

 

  1. Simone Aielli (Team Masciarelli-Costa dei Parchi)

 

  1. Besnik Islami (Team LVF)

 

  1. Samuele Silvestri (UC Foligno)

 

  1. Riccardo Ricci (Team Fortebraccio)

 

  1. Luca Sperandio (Sanvendemiano Cycling Team)

 

  1. Lorenzo Pellegrini (Valdarno Regia Congressi Seicom) a 3’15”

 

  1. Samuele Bonetto (UC Giorgione Veneto-Campania)

 

  1. Emanuele Benedetti (Ausonia Csi Pescantina)

 

  1. Andrea D’Amato (Team F.lli Giorgi)

 

  1. Alfonso Grammegna (Valdarno Regia Congressi Seicom)

 

  1. Luca Marziale (AS Roma-Team Coratti)

 

  1. Lorenzo Boschi (Team Casano)

 

  1. Filippo Bucci (SC Reda Mokador Pedale Chiaravallese)

 

  1. Matteo Sperandio (Sanvendemiano Cycling Team)

 

  1. Raffaele Veneri (Cycling Team Nial Nizzoli)

 

  1. Giosue’ Epis (Aspiratori Otelli Cadeo Carpaneto) a 4’30”

 

  1. Nicola Battistello (Team Wilier Chiara Pierobon)

 

  1. Nicolo’ Severa (AS Roma-Team Coratti)

 

  1. Andrea Busatto (Libertas Scorze’)

 

  1. Giovanni Cioni (Valdarno Regia Congressi Seicom)

 

  1. Giacomo Villa (P&G Gb Junior Team)

 

  1. Damiano Valerio (P&G Gb Junior Team)

 

  1. Armando Lettiero (Cps Professional Team)

 

  1. Luca Testi (Valdarno Regia Congressi Seicom)

 

  1. Davide De Cassan (Ausonia Csi Pescantina)

 

  1. Gianmarco Garofoli (Team LVF)

 

  1. Christian Bagatin (Canturino 1902)
da sx Ponomar, Vaceck ed Andrea Montoli (Foto Lanfranco Passarini)

Servizio a cura di : Vito Bernardi

 

 

 

 

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale