Tortona, 25 Giugno 2020

Tortona – Commemorazione Luisin Malabrocca (Primo a dx Giovanni Cuniolo Presidente Consiglio Comunale di Tortona

Commemorato a Tortona Luigi Malabrocca nel centenario dalla nascita

Di Romano Pezzi

Primo piano di Romano Pezzi

Commemorato a Tortona, il 22 giugno, nel centenario della nascita, Luigi Malabrocca, campione di ciclismo e maglia nera al Giro, amico di Fausto Coppi col quale si allenava.

Una cerimonia indetta dal Comune sotto la Torre di Piazza Alzano, per ricordare uno dei più popolari campioni ciclisti, con la partecipazione del sindaco Federico Chiodi, del presidente del Velo Club Tortonese Giovanni Cuniolo, il sindaco di Castellania, il paese natale di Coppi, Sergio Valleniano, nonché Serena Malabrocca, la nipote del campione scomparso, a Garlasco nel 2006, a 86 anni.

Luigi Malabrocca

Luigi Malabrocca diventato famoso perché ultimo al Giro d’Italia, è stato invece un buon corridore. Ha vinto anche una Coppa Agostoni nel 1948.

Ha corso purtroppo in tempi difficili, con Bartali, Coppi e poi Magni, con risultati spesso scontati. Trovatosi ultimo, causa circostanze imprevedibili, si è resoconto che poteva raccogliere premi vivendo questa condizione, quindi ha cercato in seguito di guadagnarsi questa fama di eterno ultimo, soprattutto al Giro d’Italia del 1947u e 1947 e poter sopravvivere coi numerosi premi.

Serena Malabrocca racconta il nonno a Laigueglia

La nipote Serena Malabrocca in occasione del centenario della nascita del nonno, cerca di dare una giusta dimensione alla personalità di corridore di nonno “Mala” come ama chiamarlo. In occasione del Trofeo Laigueglia, ultima gara disputata in Italia, prima dello stop causa il Covid 19, dopo la partenza dei corridori verso l’entroterra ligure e in attesa dell’arrivo sul circuito finale, ha allestito sul piccolo molo della cittadina, una simpatica conferenza per ricordare il nonno.

Ha presentato nell’occasione un libro sulla sua storia, a fumetti, disegnato da Roberto Laucello, e appoggiata, in mostra la bicicletta dell’epoca di Luigi Malabrocca ha esordito: “Il nonno era un buon corridore- dice Serena- di grande intelligenza e con personalità.

Anche la sua scelta di arrivare ultimo, è stata un prova di coraggio, mettendo a parte l’orgoglio. All’epoca si pensava a sopravvivere e il nonno ne ricavò anche la sua ricchezza. Era un leader- continua Serena al piccolo pubblico radunato sul molo- e trascinava i compagni si squadra e amici.

In treno o sui camion andavano dove c’erano corse. Anche fuori regione e addirittura all’estero. Poi col ciclocross si è imposto per due volte al campionato italiano.

Questo la dice lunga sul proprio carattere e la sua forza.”   

 Nella foto, l’Autore del servizio con Serena Malabrocca nipote di Luisin

 

 

 

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale