Treviglio, 10 Aprile 2022

Belletta vince a Treviglio (Foto Berry)

5° Trofeo Città di Treviglio-Trofeo Elettromeccanica CDC

Schieramento di Partenza (Foto Berry)
Pronti a dare il via (Foto Berry)
Il Pronti via (Foto Berry)

Dario Igor Belletta arrivo Treviglio (Foto Berry)

Dario Igor Belletta (GB Team-Pool Cantù) 18enne di Arluno, rompe il ghiaccio e conquista a Treviglio la sua prima vittoria su strada in questo inizio di stagione sfoderando una volata da manuale in via Redipuglia staccando di forza tutto il gruppo all’arrivo dove solamente Perracchione (Energy Team) è riuscito a seguirlo e conquistare la piazza d’onore.

Poi, a 4” il ligure LucaGiaimi  (Team Flli Giorgi) completa il podio di questo 5° Trofeo Città di Treviglio-Trofeo Elettromeccanica CDC al quale hanno partecipato 181 corridori dei quali ben 109 hanno portato a termine la gara pedalata ad altissima andatura tanto che la media finale ha superato abbondantemente i 45 Kmh.

Dario Igor Belletta (Foto Berry)

Tantissimi i tentativi di fuga ad iniziare da quello “confezionato” dal terzetto formato da Michal Zelazowski (Energy Team-Young Bikers), Samuele Privitera (Team Flli Giorgi) e Marco Rossoni (SC Cene), il tentativo di giornata più lungo e durato quasi 4 giri del circuito cittadino che, lo ricordiamo, era lungo 6,4 km ripetuto 14 volte  poi un secondo ten tativo a firma di Luca Rosa altro alfiere della Squadra Energy Team-Giovani ciclisti e Nicola Cocca (Aspiratori Otelli-Carin Baiocchi) durato poco quando la corsa era giunta ad una ventina di chilometri dalla meta ed altri,  tutti falliti nell’arco di poche centinaia di metri poi alla fine la spettacolare esibizione dell’iridato eliminazione ai Mondiali del Cairo nonché più volte Tricolore nell’eliminazione ed Omnium, Dario Igor Belletta (GB Junior Team-Pool Cantù) che rompe ogni indugio, non abbisogna nemmeno del tradizionale “treno” per la volata finale dove stacca quasi tutti e vince regalmente, da Campione del Mondo.

Nella top-ten di giornata ottavo posto per Andrea Gritti e nono per Juan David Sierra entrambi della Ciclistica Biringhello, 7° il varesino Mattia Sambinello (Club Ciclistico Canturino 1902) e, ottavo posto per Riccardo Barbuto (Aspiratori Otelli), ottimo velocista e nipote d’arte di zio Antonio motostaffetta del Giro d’Italia e tutte le più importanti gare nazionali.

Tutta la GB Junior Team-Pool Cantù dopo l’arrivo (Foto Berry)
Perracchione 2° classificato (Foto Berry)

Al termine della gara Belletta ha espresso tutta la sua soddisfazione per questa sua prima vittoria su strada in questa stagione. Si è detto dispiaciuto per la caduta che ha coinvolto qualche corridore nel finale ma questo non ha affatto influito sull’esito dello sprint per la vittoria perche Perracchione conduceva ed io ero pronto per tirare la volata ad un mio compagno di squadra; ecco la caduta ha sconvolto questa tattica perchè ho dovuto pensare solo a me stesso ed ho duellato con Perracchione per la vittoria.

Adesso penso ai prossimi impegni, in pista con la Nazionale  a Gent in Belgio e su strada nella coppa Dondeo, una gara che l’anno scorso m i ha dato tante soddisfazioni

Ordine d’arrivo,

Podio Juniores Treviglio (Foto Berry)

1)Dario Igor Belletta (GB Team-Pool Cantù) km 89,900 in 1h58’29” media kmh 45,525;

2)Alessandro Perracchione (Energy Team);

3)Luca Giaimi (Giorgi) a 4”;

4)Mirko Bozzola (Aspiratori Otelli);

5)Luca Rinaldi (Romanese);

6)Andrea Gritti (Ciclistica Biringhello);

7)Mattia Sambinello (Canturino);

8)Riccardo Barbuto (Otelli);

9)Juan David Sierra (Biringhello);

10)Davide Donati (Ciclistica Trevigliese).

Servizio a cura di  :  Vito Bernardi

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale