Gemona del Friuli, 15 giugno 2022

La Tomba dove riposa Ottavio Bottecchia

Onore ad Ottavio Bottecchia Grande Uomo, Grande Italiano, Grande Corridore

Questo il programma delle manifestazioni odierne in Onore e Ricordo di Ottavio Bottecchia

94 anni fa, esattamente il 15 giugno 1927 moriva un grande corridore Italiano, Ottavio Bottecchia. Fu trovato agonizzante, semicosciente in una strada che collegava Comino e Peonis, frazione di Trasaghis in Friuli Venezia Giulia, strade e zone dove Bottecchia, solitamente, si allenava.

Foto di Ottavio Bottecchia

Ricevette immediatamente i soccorsi sia sanitari che Religiosi dal Parroco di Peonis Don Dante Nigris che gli portò l’Estrema Unzione proprio in considerazione delle gravi ferite riscontrate e si capì immediatamente che la medicina di allora era impotente di fronte a questo gravissimo caso.

Ottavio Bottecchia morì 12 giorni dopo all’Ospedale di Gemona del Friuli e dove il 17 dello stesso mese vennero celebrati i funerali con una immensa partecipazione di Popolo che onorò il passaggio della Bara avvolta nel Tricolore d’Italia.

Monumento ad Ottavio Bottecchia

Ottavio Bottecchia vinse due Tour de France e fu il primo Italiano a vincere questa corsa ed entrò da subito nel cuore dei francesi che lo chiamavano “Bottescia”

Vinse il suo primo Tour nel 1924 indossando la maglia gialla dalla prima all’ultima tappa e fu il primo corridore a riuscire in un’impresa così maiuscola.

L’anno successivo, il 1925, “Bottescia” si ripete vincendo 4 tappe ed indossando la maglia gialla per 13 tappe.

La casa natale di Ottavio Bottecchia

I distacchi? Più di mezz’ora sul secondo nel 1924 mentre nel 1925 fu di quasi un’ora il gap nei confronti del secondo arrivato.

Ed oggi lo ricorderanno ed onoreranno in molti perché Ottavio Bottecchia è rimasto nel cuore degli sportivi ma anche di tantissimi Italiani ed oggi ci saranno molte Autorità a rendergli omaggio.

Noi di pedaletricolore.it non possiamo che essere orgogliosi di Ottavio Bottecchia, un Grande Uomo, un Grande Italiano, un Grandissimo Corridore

Servizio a cura di  :  Vito Bernardi

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale