Collecchio (Parma), 20 settembre 2022

Andrea Guerra vince a Collecchio (Foto Nastasi)

Andrea Guerra secondo centro stagionale

Autorità al pronti via (Foto Nastasi)

 

 

Sono 143 i corridori ai nastri di partenza di questa 86° edizione della Coppa Collecchio, classica del ciclismo dilettantistico organizzata dal GS Virtus di Collecchio sulla distanza di 150 chilometri spalmati su due circuiti, il primo senza difficoltà altimetri e ripetuto per 7 volte e, gli ultimi tre giri invece imperniati sul GPM di Segalara e che ha contribuito notevolmente nel determinare le fasi salienti in prossimità dell’arrivo.

Sindaco Galli pronta a dare il via (Foto Nastasi)

Ma iniziamo dalla partenza col via dato dal Sindaco Galli di Collecchio con i corridori che fanno subito capire le loro intenzioni ed uno dei primi “incendiari” è il veronese Renzo Ghirardi del GS Sissio Team.

Il suo tentativo dura pochissimo, come quelli di altri corridori fino alla formazione al comando di un drappello di 10 corridori : Edoardo  Faresin e Matteo Zurlo, entrambt della Zalf; Lorenzo Quartucci della Hopplà; Estevez  Sanchez (Ballan-Colpack); Federico Iacomoni, (Carnovali);  Alessandro Iacchi, (Qubeka);  Jacopo Menegotto, (Qubeka); Walter Calzoni e Francesco Di Felice  (Gallina) e Joris Chaussinand (AG2R Citroen) che hanno dato vita alla classica fuga di giornata poi in parte conclusasi nel finale del decimo giro quando sono arrivati nel gruppetto di testa Guerra, Romele e Fede che hanno proseguito fino al vialone d’arrivo dove Guerra riusciva a distanzia gli avversari di un paio di metri e resistere fino alla linea bianca.

Walter Calzoni premiato da Cavazzini quale miglior scalatore (Foto Nastasi)

Da sottolineare che miglior scalatore è risultato Walter Calzoni (Gallina-Ecotec-Lucchini) essendo passato per primo sul GPM di Segalara nei primi due passaggi

Lorenzo Quartucci, molto attivo, premiato sul terzo gradino del podio (Foto Nastasi)

mentre il terzo è stato appannaggio di Lorenzo Quartucci (Hopplà), molto attivo anche nell’impegnarsi per portare in porto questa lunga fuga che ha avuto degli alti e bassi con vantaggio massimo cronometrato in poco più di 1’30” ma che per più di una volta era sceso intorno ai 30″.

Nelle fasi finali i due “Zalfini” Faresin e Guerra si sono alternati nel tentativo di “strappare” verso la vittoria ed è copsì che ci è riuscito proprio Guerra a conquistare quel piccolo gap ma sufficiente per vincere e dedicare la sua seconda vittoria stagionale a alla squadra e a Gianni Faresin, (Direttore Sportivo) per la figura accordatagli.

Andrea Guerra vincitore 86° Coppa Collecchio (Foto Nastasi)

Andrea Guerra, 21 anni, vicentino di Valli del Pasubio è naturalmente felice per questa vittoria e si ripromette di mettercela tutta in queste ultime gare stagionali magari emulando Andrea Piccolo vincitore dell’edizione 2021 ed oggi professionista nel Team statunitense EF Education.

 

 

 

Ordine arrivo 86° Coppa Collecchio :

Podio 86° Coppa Collecchio (Foto Nastasi)

1) Andrea Guerra (Zalf Euromobil Desirèe Fior) Km 150,300 in 3h41’39”  media kmh 40,686;
2) Alessandro Romele (Team Colpack Ballan);
3) Lorenzo Quartucci (Hopplà Petroli Firenze-Don Camillo);
4) Alessandro Iacchi (Team Qhubeka);
5) Francesco Di Felice (Gallina Ecotek Lucchini);
6) Gabriel Fede (AG2R Citroen U23 Team);
7) Edoardo Faresin (Zalf Euromobil Derirèe Fior);
8) Davide Bauce (Gallina Ecotek Lucchini);
9) Federico Iacomoni (Carnovali Rime Sias); 
10) Imad Sekkak (Marocco-Velo Racing Palazzago) a 31”.

Servizio a cura di  :  Vito Bernardi

 

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale