Aigle, 26 Novembre 2020

 

Martina Alzini Azzurra ai prossimi Mondiali di Cycling Esports 1° edizione

Il 9 dicembre il Campionato del Mondo di Cycling Esports

Il ciclismo cambia seguendo un po’ quelli che sono i cambiamenti nella vita quotidiana e in tutti i campi e anche la disciplina del ciclismo non rimane a guardare. 

Ed ecco che l’Uci ha integrato le specialità ciclistiche riconosciute includendo (dal settembre 2018), anche la specialità del “Cycling Esports” e quest’anno, il 9 dicembre 2020, si svolgerà il primo campionato del mondo di questa nuova specialità.

Dovranno naturalmente partecipare ciclisti dei 5 Continenti sia maschi che femmine, i più con la maglia della propria squadra nazionale, la maglia azzurra per l’Italia che sarà rappresentata in campo femminile dalla parabiaghese Martina Alzini che gareggia per la Valcar-Travel Service.

Alla plurititolata Alzini si affiancheranno anche per la componente maschile, Francesco Lamon, Michele Scartezzini, Alberto Bettiol e Domenica Pozzovivo

 

L’atmosfera sarà molto differente da quelle dei tradizionali Campionati Mondiali.

In Primis perchè non ci saranno due gare suddivise per categorie (maschili e femminili), ma tutti partiranno nello stesso momento e non in gruppo bensì individualmente in quanto ogni atleta pedalerà sui rulli dalla propria abitazione o da dove si dovessero trovare perchè la distanza sarà calcolata in eguale misura per tutte/i cioè km 50,035 sul percorso scelto, “Watopia” della piattaforma Zwift che è un partner tecnico dell’Unione Ciclistica Internazionale un percorso che presenta anche un dislivello di 483 metri naturalmente virtuali.

Martina Alzini in azzurro agli Europei di Plovdiv e in maglia del suo Team di appartenenza

Le categorie ammesse sono quelle degli Uomini e delle Donne Elite e alla fine della pedalata verranno premiati con le rispettive maglie iridate i due atleti che avranno fatto segnare il miglior tempo.

Una maglia iridata che poi i vincitori dovranno indossare per la prossima stagione 2021 in tutte le gare del relativo calendario della specialità e che è già stato approntato.

A questa prima edizione del Mondiale Esports parteciperanno 20 Federazioni per il campo maschile, Italia, Belgio, Francia, Olanda, Australia, Spagna, USA, Gran Bretagna, Germania, Svizzera, Canada, Danimarca, Polonia, Austria, Colombia, Nuova Zelanda, Sud Africa, Norvegia, Irlanda e Giappone mentre,  per la categoria femminile, saranno 13 le Federazioni al via e cioè,  Olanda, Italia, Australia, Francia, USA, Germania, Belgio, Gran Bretagna, Polonia, Canada, Nuova Zelanda, Sud Africa, Giappone.

Per assicurare la copertura agonistica da parte di tutte e cinque i Continenti, sono previsti anche inviti straordinari chiamati “Jolly” assegnabili a particolari corridori che assicureranno così la copertura rappresentativa di tutti i Continenti sia in campo maschile che femminile

La notizia è stata accolta con favore dai tifosi che già in occasione del lungo “Restiamo a Casa” hanno seguito virtualmente le tante gare che si disputavano in successione entusiasmandosi e facendo il tifo anche per i vari atleti al via. Ed è un pensiero condiviso anche dal Presidente dell’UCI David Lappartient.

E’ una specialità al debuto nel circuito iridato perciò ci saranno probabilmente anche delle variazioni o perfezionamenti che verranno presi in considerazione. 

Intanto Però cominciamo a guardare con sempre maggiore fiducia nell’avvenire perchè il ciclismo si è difeso molto bene nel corso del piccolo spazio di questa stagione segnata dal corona virus. Il Ciclismo c’è e festeggia così la fine della stagione 2020 nel migliore dei modi, con spirito Mondiale, uno spirito che unisce globalmente i “Cinque Continenti”.

Martina Alzini Argento a Plovdiv

E, a tutti i nostri Azzurri e in particolare alla nostra Martina Alzini, Regina della Pista in Rosa, avanti a tutta forza verso la conquista della prima maglia Iridata “Cycling Esports”

Servizio a cura di  :  Vito Bernardi

 

 

 

 

 

      

 

 

 

 

 

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale