Pra Loup, 22 luglio 2015

L'arco eretto in ricordo dello storico duelle tra Merckx e Thevenet (Foto Nastasi)
L’arco eretto in ricordo dello storico duello tra Merckx e Thevenet (Foto Nastasi)

13 Luglio 2015, il giorno del passaggio delle consegne da Eddy Merckx a Bernard Thevenet

Eddy Merckx è stato un grande campione del ciclismo belga e mondiale, un campione che ha lasciato il segno anche al Tour De France.

Era il “Cannibale” Merckx e come tale è ricordato ancora oggi.

Ma anche per i grandi viene il momento in cui l’anagrafe ti dice basta oppure anche le forze non rispondono più come prima.

Diverse wedstrijden - wielrennen -cycling - cyclisme - Eddy Merckx Luik-Bastenaken-Luik  - foto Cor Vos ©2005
 foto Cor Vos ©2005

Eddy Merckx, ha indossato per 96 volte la maglia gialla, un record!

Un record che è stato interrotto da Bernardi Thevenet il 13 luglio 1975 proprio sulla salita che porta a Pra Loup e li, gli sportivi francesi hanno innalzato questo “Arco-Monumento” a ricordo di quell’impresa.

Thevenet immagine di repertorio
Thevenet immagine di repertorio

Era la tappa “Nice-Pra Loup”, Merckx indossava per la 96° volta la maglia gialla, la 96° volta ma, anche l’ultima per il Campione belga.

E a Thevenet che aveva il dorsale nr. 51, la maglia gialla che poi porterà fino a Parigi, anche l’onore di essere ricordato per sempre con questa sorta di Monumento che oggi, tutti hanno ammirato.

L'arco eretto in ricordo dello storico duelle tra Merckx e Thevenet (Foto Nastasi)
L’arco eretto in ricordo dello storico duelle tra Merckx e Thevenet (Foto Nastasi)

Vito Bernardi   –   info@pedaletricolore.it

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale

Lascia un commento