Collecchio, 16 Aprile 2016.

Vincenzo Albanese vince 20^ Trofeo Edil C (Foto Pisoni)
Vincenzo Albanese vince 20^ Trofeo Edil C (Foto Pisoni)

20° Trofeo Edil C – Organizzazione G.S. Virtus Collecchio

Cavazzini pronto a dare il via (Foto Pisoni)
Cavazzini pronto a dare il via (Foto Pisoni)

E’ Vincenzo Albanese, salernitano trapiantato in Toscana dove, fa il corridore da 14 anni, avendo iniziato da G1 con la Ciclistica Figlinese a conquistare la sua seconda vittoria stagionale con una volata esplosiva da vero e proprio missile battendo il ligure Leonardo Bonifazio (Viris Maserati) e il Tricolore Elite senza contratto, Gianluca Milani (Zalf) sul traguardo del  Trofeo Edil C a Collecchio nel parmense in questo tradizionale appuntamento primaverile col Trofeo Edil C che festeggia uno speciale anniversario certificato da 20 edizioni di questa gara che, anno dopo anno, ha conquistato uno spazio nel panorama ciclistico internazionale tanto che nell’edizione del ventennale, sono 40 le Squadre iscritte e, di queste, 13 straniere con un totale di 197 corridori scattati agli ordini dello Starter, Corrado Cavazzini, main sponsor e Patron della corsa attorniato dall’Assessore allo Sport della città di Collecchio, Silvia Dondi e tanti ciclisti ex professionisti che applaudono il corridore venezuelano Antonio Luis Urosa Gomez (US F. Coppi-Gazzera Videa) primo atleta a movimentare la corsa all’inizio del primo dei 7 giri

Untitled
Untitled

del primo circuito per un totale di Km. 88,200, seguito da altri corridori che, a turno, alimentavano una sequenza di scatti e contro scatti fino alla formazione al comando di

Cianetti e Rucigaj, primi due fuggitivi di giornata (Foto di Antonio Pisoni)
Cianetti e Rucigaj, primi due fuggitivi di giornata (Foto di Antonio Pisoni)

un tandem formato dal dorsale nr. 10, Nicholas Cianetti (Ciclistica Malmantile) e il dorsale nr. 88, lo sloveno Ziga Rucigaj (Radenska) che guideranno la corsa per un’ottantina di chilometri, vantaggio massimo di poco superiore ai 2 minuti prima che il gruppo iniziasse con decisione la rincorsa decisiva che comincia a concretizzarsi quando si rialza lo sloveno Rucigaj e Cianetti viene raggiunto da Brescianini (Cipollini), Savini (Hopplà), il russo Rostovtsev (SC Valle Seriana), Grassi (Palazzago-Amaru) e Scartezzini (Norda-MG K Vis) che tentano di alimentare con decisione la fuga, cosa che riesce con continui cambi di protagonisti all’attacco sul secondo circuito, quello imperniato sul GPM ai 275 metri di Segalara per un totale di km 15,225 a tornata per 4 passaggi ed un totale di km 60,900.

Untitled

 

Ed è sulle rampe del Segalara che si scatena una bagarre senza esclusione di colpi che mette a dura prova molti corridori alcuni dei quali messi Ko dal vento che ha soffiato implacabilmente per tutto il pomeriggio e sui primi due passaggi sul Segalara, i transiti avvengono in quest’ordine, 1.Cianetti, 2.Savini, 3.Scartezzini col gruppo ad 1’30” mentre il passaggio successivo avveniva con Scartezzini al primo posto seguito da Savini e, al terzo posto, Grassi, seguiti dal gruppo che, nel frattempo,  ha chiuso sui fuggitivi.

Bonifazio, Albanese e Milani, Podio di Collecchio (Foto di Antonio Pisoni)
Bonifazio, Albanese e Milani, Podio di Collecchio (Foto di Antonio Pisoni)

Poi si mettono in evidenza Gazzara (Norda), Spreafico (Kls-Kolls) e Orrico (Colpack) che passano nell’ordine sul 3° GPM Segalara.

Poi è il comasco del Team Colpack, Davide Orrico a scattare ed insistere alla ricerca dell’affondo finale trovando collaborazione in Raffaello Bonusi (General Store) e, ancora, Michele Gazzara (Norda) che spianano nell’ordine l’ultimo passaggio sul Segalara e consegnano ad Orrico la supremazia nella classifica finale del GPM davanti a Gazzara e Scartezzini (Norda).

Ancora tanti tentativi con Spreafico spesso all’attacco fino a quando scivola sull’asfalto e, di fatto, viene messo fuori dai giochi per la vittoria.

Intanto il gruppo degli inseguitori si infoltisce sempre di più e tra questi c’è un pimpante Vincenzo Albanese, (Hopplà Petroli Firenze), un locomotore inarrestabile che trascina gli inseguitori e, quando mancano 500 metri alla linea del traguardo c’è un missile che esce a razzo, inarrestabile, esplosivo, è Vincenzo Albanese, origini campane ma, formazione ciclistica decisamente toscana che taglia il traguardo con grande eleganza, potenza  e piglio da grande velocista.

Podio con Zandegu, Cavazzini e Zilioli (Foto Pisoni)
Podio con Zandegu, Cavazzini, Zilioli  e lo speaker Alessandro Brambilla (Foto Pisoni)

Ordine d’arrivo,

1.Vincenzo Albanese (Hopplà Petroli Firenze) km. 148,7 in 3h43’15” media kmh. 39,964;

2.Leonardo Bonifazio (Viris-Maserati);

3.Gianluca Milani (Zalf);

4.Mattia Frapporti (Unieuro);

5.Maxim Rusnac (Mda-Gragnano Sporting Club);

6.Michele Scartezzini (Norda-Mg.K Vis);

7.Carmelo Foti (Cipollini Iseo-Serrature Rime);

8.Mattia De Marchi (Cycling Team Friuli);

9.Davide Orrico (Team Colpack);

10.Rok Korosec (Slo-Radenska).

Corridori Iscritti, 200; Partenti, 197; Classificati,86; Ritirati 111.

 

Vito Bernardi – Fotoservizio di Antonio Pisoni

*

Vincenzo Albanese portato in trionfo dai compagni (Foto di Antonio Pisoni)
Vincenzo Albanese portato in trionfo dai compagni (Foto di Antonio Pisoni)

*

*280_0_5186464_337144

*

*

Bernardi intervista Vincenzo Albanese a Collecchio (Foto di Antonio Pisoni)
Bernardi intervista Vincenzo Albanese a Collecchio (Foto di Antonio Pisoni)

*

*

Da sx, Levati, Bernardi e Mauro Maramotti al Ristorante del Ciclista (Foto di Antonio Pisoni)
Da sx, Levati, Bernardi e Mauro Maramotti al Ristorante del Ciclista (Foto di Antonio Pisoni)

*

*

Vincenzo Albanese dopo l'arrivo (Foto Antonio Pisoni)
Vincenzo Albanese dopo l’arrivo (Foto Antonio Pisoni)

16.04.16 - ordine arrivo collecchio

*Galleria Fotografica di : Antonio Pisoni

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale