Inverigo, 05 Maggio 2019

Da sx, Sierra, Marcolli e Banfi Podio generale (Foto Berry)

Esordienti 61° Coppa Don Carlo Gnocchi

05.05.2019 – Milo Marcolli vincitore Coppa Don Carlo Gnocchi (Foto Berry)

Milo Marcolli, varesino in casacca della Società Ciclistica Busto Garolfo vince ad Inverigo la 61° edizione della Coppa Don Carlo Gnocchi valida anche per l’assegnazione del 31° Trofeo Antonio Pasini.

05.05.2019 – Marcolli indica 5 come le sue vittorie (Foto Berry)

E per il bravo corridore del presidente Marino Fusar Poli che nella stagione invernale pratica con successo anche il ciclocross, oggi è stata la vittoria numero cinque.

Dei 110 corridori che hanno preso il via da Sesto San Giovanni, solo in 37 hanno concluso la gara tagliando il traguardo posizionato sulla rampa che si ferma davanti al complesso che ospita l’Istituto dedicato alla memoria del sacerdote Alpino.

 

05.05.2019 – Podio 1^ anno da sx D’Angello, GVuerino e Spinoni (Foto Berry)

Rampa che ha selezionato tutto il grosso del gruppo regolato con qualche metro di vantaggio da Milo Marcolli (SC Busto Garolfo) che ha preceduto la coppia della Ciclistica Biringhello nell’ordine, Juan David Sierra e Maria Edoardo Banfi, ordine d’arrivo generale ma che rispecchia, almeno nelle prime posizioni lo stesso ordine d’arrivo esordienti 2° anno.

05.05.2019 – Guerino Francesco vincitore cat. 1^ anno (Foto Berry)

Per i primo anno invece successo per Francesco Guerino (Ciclistica Biringhello) che precede il suo compagno di squadra Manuel D’Angello e Matteo Spinoni (G.S. Prealpino) che completa il podio.

05.05.2019 – Subito dopo la fine della corsa (Foto Berry)

Servizio a cura di  :  Vito Bernardi

 

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale