Parabiago (Mi), 16 giugno 2022

Edoardo Zamperini vince il 38° Trofeo Antonietto Rancilio

Elite-U23 : 38° Trofeo Antonietto Rancilio

Rocchetta su D’Amato per il posto d’onore

Battesimo con la vittoria per il veronese Edoardo Zamparini, classe 2003 che vince a Parabiago nel milanese la 38° edizione del Trofeo Antonietto Rancilio organizzato dall’Asd che porta il nome del grande industriale parabiaghese nonché amante e sostenitore del ciclismo.

Una gara molto sentita dagli eredi di Antonietto Rancilio e dalla comunità di Parabiago che partecipa sempre in massa ad assistere ai 30 passaggi del circuito di km 3,750 interamente cittadino.

79 i corridori schieratisi ai nastri di partenza con tanta voglia di pedalare sfidandosi sia tra di loro che contro il caldo che, fortunatamente, col calar del sole diventava sempre più sostenibile Tantissimi gli scatti fuori dal gruppo lanciati in primis da Rudy Dmytro (Ukr-Lan Service-Granmonferrato) seguito da Andrea D’Amato (Carnovali Rime Sias) e da Stefano Alberti (Ciclistica Rostese) che dopo quattro giri rientravano nei ranghi.

Era poi la volta di un altro quartetto a prendere in mano le redini della corsa, Giuseppe Aquila (Carnovali Rime Sias), Pier Elis Belletta (Namedsport-Uptivo), Matteo Marin (Pedale Scaligero) e Davide Bauce (Gallina Ecotek Lucchini), un drappello che scaverà un gap di circa un minuto nei confronti degli inseguitori che dimostrano di non avere nessuna intenzione rinunciataria tanto che al giro di boa di metà gara il ricongiungimento è cosa fatta.

Un giro per studiarsi a fono ed è subito il giovane Federico Biagini (Carnovali Rime Sias) a sparare i primi fuochi artificiali ai quali rispondono d’acchito Edoardo Zamperini (Zalf) e Matteo Baseggio (Trevigiani), formando un terzetto che tende a rinfoltirsi fino a diventare una dozzina di attaccanti.

E sarà la fuga giusta che deciderà le sorti della gara con Biagini (Carnovali) che attacca ancora

Poi saranno gli “Zalfini” a prendere decisamente in mano la situazione raccontata anche da Zamperini dopo l’arrivo : il nostro compagno Matteo Zurlo ha espresso il desiderio di bissare il successo dello scorso anno.

Abbiamo cercato a turno il colpaccio e, quando è toccato a me di tentare l’affondo, non ci ho pensato due volte ha confermato il giovane veronese studente della quinta classe presso il Liceo Nicolò Copernico di Verona; mancavano poco più di 3 giri al traguardo, circa 13 chilometri, ho vanificato un contrattacco di Biagini (Carnovali), ed eccomi qui tutto solo a gustarmi questa vittoria che dedico ai miei compagni di squadra, eravamo solo in quattro ma abbiamo lavorato tutti per dieci!

E domani si replica qui a Parabiago sullo stesso circuito cittadino col 38° Trofeo Antonietto Rancilio in versione “Donne Elite”

Ordine d’arrivo,

Consegna del Trofeo Rancilio e podio della corsa

1)Edoardo Zamperini (Zalf Euromobil-Desirèe-Fior) km 112,5 in 2h27’24”media kmh 45,794;

2)Cristian Rocchetta (Zalf) a 1’08”;

3)Andrea D’Amato (Carnovali-Rime-Sias);

4)Matteo Baseggio (UC Trevigiani-Energiapura-Marchiol);

5)Alessandro Romele (Team Colpack-Ballan);

6)Matteo Zurlo (Zalf Euromobil-Desirèe-Fior);

7)Elia Tovazzi (Carnovali Rime Sias);

8)Daniele Anselmi (Lan Service-Granmonferrato);

9)Davide Bauce (Gallina Ecotek Lucchini);

10)Pier Elis Belletta (Namedsport-Uptivo).

Corridori Iscritti 96; Partiti 79; Arrivati 35.

Servizio curato da  :  Vito Bernardi

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale