Nerviano, 25 Aprile 2019

25.04.2019 – Podio 73^ Coppa Caduti Nervianesi (Foto Pisoni)

Gregorio Ferri allo sprint a Nerviano nella 73° Coppa Caduti Nervianesi

La Zalf dopo l’arrivo (Foto Pisoni)

Ecco, nemmeno il tempo di prendere qualche appunto ed ecco che il gruppo, quasi sempre compatto, ti passa davanti velocissimo sollevando un vento che ti fa pensare all’approssimarsi di un temporale.

Velocità, destrezza nell’affrontare le curve, destrezza nello stare in gruppo e non scivolare mai e se dovesse capitare…speriamo di subire solo qualche sbucciatura e poi, subito di nuovo in sella perchè il corridore….è un corridore….punto e basta!

Ferri vince a Nerviano (Pisoni)

Sono 130 gli atleti scattati a metà giornata (mezzogiorno) per “bersi” i 150 chilometri di questa classicissima del ciclismo lombardo e non solo in una giornata un po’ grigiastra, qualche goccia di pioggerella ed un pubblico che a Nerviano è sempre delle grandi occasioni.

Fughe a ripetizione corridori desiderosi di mettersi in mostra fin da queste gare di inizio stagione (non tanto inizio ma…mettiamola così…).

Una voglia di mettersi in mostra, di giocare le proprie carte ma il gruppo è sempre molto restio a concedere nulla osta se non che per qualche passerella sporadica e fare capire a tutti i ragazzi che i conti si faranno sulla dirittura d’arrivo.

Zanoncello e Ferri a Nerviano (Foto Pisoni)

E così sarà col gruppo pressochè compatto che irrompe sul vialone d’arrivo e gli zalfini che sono schierati in prima linea per condurre la volata alla loro ruota veloce, Enrico Zanoncello (Zalf) che però in dirittura d’arrivo, proprio sulla linea bianca del traguardo viene superato dal suo compagno di colori, Gregorio Ferri che vince la prova col figlio d’arte Alessio Brugna (Viris Vigevano), brillante terzo posto sul gradino del podio e, ai piedi dello stesso un altro zalfino, Leonardo Marchiori.

La fuga di giornata più importante (Foto Pisoni)

Poi, scorrendo i nomi dei top ten troviamo al quinto posto Attilio Viviani, (Arvedi), subito dopo Stefano Frigerio della Lan Service, la società di Casale Monferrato del presidente Gianni Pederzolli fino al 10° che è il marocchino Amine Galdoune (Named Roket, vincitore della passata edizione.

Ed eccovi l’ordine da’rrivo della 73° edizione della Coppa Caduti Nervianesi :

 

La volatissima di Nerviano (Foto Pisoni)

 

Ordine d’ Arrivo

  1. Gregorio Ferri (Zalf Euromobil-Desirpèe Fior) 150 km  in 3h.13.39;
  2. Enrico Zanoncello (Zalf Euromobil);
  3. Alessio Brugna (Viris Vigevano)
  4. Leonardo Marchiori (Zalf Euromobil)
  5. Attilio Viviani (Arvedi Cycling)
  6. Stefano Frigerio (Lan Service)
  7. Davide Colnaghi (Named Rocket)
  8. Nicolo Ferrero (U.C. Pregnana-Team Scout)
  9. Francesco Baldi (Overall Tre Colli-Cycling Team)
  10. Amine Galdoune (Named Rocket)

Servizio a cura di Vito Bernardi – Fotoservizio di Antonio Pisoni

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale