Bareggio, 12 Luglio 2015.

Sturini vince a Bareggio (Foto Berry)
Francesco Sturini, (Pedale Pavese 1920),  vince a Bareggio (Foto Berry)

6° Memorial Gianni Tagliabue-13° Memorial Uber Tagliabue-37° Memorial Sandro Peri-21° Trofeo Silvio Re

Uno dei 6 passaggi della corsa (Foto Berry)
Uno dei 6 passaggi della corsa (Foto Berry)

L’anno prossimo, Francesco Sturini, esordirà tra gli juniores e, affezionato al territorio altomilanese, Sturini lo farà quasi sicuramente in una squadra Juniores, una nuova squadra che è in fase di allestimento proprio “da queste parti”, una new entry che sarà presto ufficializzata dai Dirigenti di questo nuovo Team.

Francesco Sturini riceve il bacio della mamma (Foto Berry)
Francesco Sturini riceve il bacio della mamma (Foto Berry)

Intanto però Sturini si impone in una volata di gruppo tra 56 dei 112 corridori che hanno preso il via nel “6° Memorial Gianni Tagliabue-37° Trofeo Sandro Peri” valido anche per l’assegnazione del 13° Memorial Uber Tagliabue e il 21° Trofeo Silvio Re, organizzato a Bareggio dalla locale ciclistica presieduta da Pietro Pastorino e che festeggia quest’anno il 35° dalla fondazione, sul circuito completamente pianeggiante attraverso i centri di Bareggio, Sedriano, Pregnana e, ancora Bareggio per completare il cerchio di km. 12,5 ripetuto 6 volte.

Francesco Sturini dopo il traguardo (Foto Berry)
Francesco Sturini dopo il traguardo (Foto Berry)

Tantissimi i tentativi di fuga, molte le schermaglie tra i corridori però nessuno ha ricevuto il classico via libera dal gruppo.

Uno dei tanti tentativi di fuga (Foto Berry)
Uno dei tanti tentativi di fuga (Foto Berry)

Soluzione dunque allo sprint col pavese Francesco Sturini che non sbaglia una mossa e mette in fila tutti gli avversari.

Sturini, un fulmine su Bareggio (Foto Berry)
Sturini, un fulmine su Bareggio (Foto Berry)

Tra i top ten di giornata Federico Micheletti dell’Equipe Corbettese del presidente Enrico Sangalli e il varesino del VC Cassano Magnago 1982, Mirko DePalma.

Bene anche i ragazzi della Giovani Giussanesi con Gianluca Formicola sul terzo gradino del podio e Luca Varenna tra i top-ten di giornata, un ottimo successo per la squadra del Presidente Rocco D’Aprile con Giovanni Mauri a lavorare dietro le quinte, quest’ultimo ormai da oltre 50 anni in questa Società che, proprio quest’anno, ha iniziato il suo 51° anno di presenza nel ciclismo agonistico e giovanile.

L'esultanza di Sturini dopo la vittoria (Foto Berry)
L’esultanza di Sturini dopo la vittoria (Foto Berry)

Ordine d’arrivo,

1)Francesco Sturini (Pedale Pavese 1920) km. 75 in 1h49’ media kmh 41,284;

2)Samuel Nova (Pedale Arcorese);

3)Gianluca Formicola (Giovani Giussanesi);

4)Fausto Barone (Pedale Ossolano);

5)Thomas Pesenti (GS Parmense);

6)Marco Vergani (UC Costamasnaga);

7)Federico Micheletti (Equipe Corbettese);

8)Luca Pedroni (Pedale Pavese);

9)Luca Varenna (Giovani Giussanesi);

10)Mirko Depalma (VC Cassano Magnago 1982).

             Vito Bernardi   –   Fotoservizio di Berry

Corridori del GS Bareggese al via (Foto Berry)
Corridori del GS Bareggese al via (Foto Berry)
I Premi in palio a Bareggio (Foto Berry)
I Premi in palio a Bareggio (Foto Berry)
Uno dei sei passaggi per Bareggio (Foto Berry)
Uno dei sei passaggi per Bareggio (Foto Berry)
Pronti per il via (Foto Berry)
Pronti per il via (Foto Berry)

12.07.15 - Ordine arrivo 6^ Memorial Gianni Tagliabue

Francesco Sturini con la mamma (Foto Berry)
Francesco Sturini con la mamma (Foto Berry)
Francesco Sturini esulta sulla linea bianca (Foto Berry)
Francesco Sturini esulta sulla linea bianca (Foto Berry)

Vito Bernardi   –   Fotoservizio di Berry

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale

Lascia un commento