• Volano, 10 Agosto 2016

L’under23 roveretano della Zalf Euromobil Désirée Fior e la W1 del Team Lapierre – Trentino – Alé protagonisti nella Notte di San Lorenzo

Volanomontefinonchio2016

Ormai è di diritto una classica, la 14^ VOLANO-MONTE FINONCHIO (Pedala con le stelle) in orario pre-serale, da tradizione proposta la Notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti, e la scommessa è stata vinta ancora una volta dagli Organizzatori de L’ARCOBALENO C. TEAM!

Pedala con le stelle, era il sottotitolo e “stelle” della salita erano al via; su tutti, i già Campioni Italiani della Montagna Jarno Varesco, Unterthurner, Avanzo, Linardi, Bergamo, il talentuoso 19enne Riccardo Lucca, il fresco vincitore el giro delle Dolomiti Gschnitzer, Righettini. In campo femminile “stelle” puntate su Serena Gazzini e “duracell” Marcellina Dossi.

Temperatura frizzante, un leggero vento contrario al senso di marcia e la novità: si corre a cronometro e si sa che il tic tac delle lancette non concede sconti a nessuno! In 74 dei 99 iscritti si sono presentati a pedalare sull’ostico percorso, salendo subito da Volano, verso il Monte Finonchio, passando da Fontanafredda e con arrivo posizionato alla Colonia Maria Goretti; 8,35 km con 1100 metri di dislivello, pendenza media 11% e punte al 14%, della serie “respiro, mai” e all’arrivo, il festoso incitamento di un numeroso pubblico.

Alle 18.00, puntuale la carovana scortata dalle Renault elettriche ad “emissioni zero”fornite dal concessionario ALPIN, si portava al via. Il primo ad abbattere il muro dei 35’ era l’altoatesino Gschnitzer che chiudeva in 33’38”; ora tutte le attenzioni erano sulle 15 “teste di serie” e cioè i più accreditati (5 donne e 10 uomini) alla vittoria finale. In campo femminile, al 2° km era già in testa Serena Gazzini con 15” sulla Dossi; da li in poi, Serena molto agile usando anche il 34/32 e Marcellina Dossi molto dura, con il 34/23-26, sviluppavano velocità simili. Vittoria per la Gazzini in 41’13”, 2^ la Dossi a 31”, 3^ la Adami a 2’59”.

In campo maschile, fin dai primi parziali, si capisce che potrebbe essere record della corsa, quello che punta il giovane Under23 Riccardo Lucca della Zalf e che sale con il 39/28, ma anche con il 39/30, “frullando”. Unterthurner si porta in testa con 32’55”, Tumler resta dietro con 33’00” ed ecco il tempo record, Riccardo Lucca chiude in 30’09” demolendo il 30”58” stabilito nel 2008 dal colombiano Leonardo Paez!! Chiude gli arrivi Jarno Varesco in 33’08”, 4° assoluto. Alla Premiazione , l’Assessore allo Sport del Comune di Volano, ha avuto parole di elogio per lo staff organizzativo che in maniera impeccabile ha proposto l’evento.

Vestono le maglie di leader del “Challenge Up Hill” riservato ai Master, Serena Gazzini e Stephan Unterthurner.

Un ringraziamento poi allo sponsor CASSA RURALE ALTA VALLAGARINA, al Comune di Volano, alle Forze dell’Ordine, che hanno garantito assistenza sul percorso, a TRENTINO, COMUNITA’ DI VALLE C.10 e B.I.M. per il patrocinio; a Nircoop, Fioreria la Serra, FSA, Italfood.

PAROLA AI PROTAGONISTI

Riccardo Lucca, “ ci tenevo tanto a correre e sapevo di poter battere il record”

“Sono 2 anni che speravo di poter correre la “Volano/Monte Finonchio”; una salita che è il mio banco di prova, tante volte l’ho fatta per testarmi. Quest’anno il mio Team (Zalf Euromobil) me lo ha concesso, ed ero felice. L’ho preparata bene; martedi ho corso a Sommacampagna, lavorando per la Squadra e lo sentivo nelle gambe nei primi 2 km; mi sono poi sciolto. Sono salito in agilità, mediamente a 85 pedalate/minuto, mulinando il 39/28-30. Sono molto soddisfatto per aver corso “in casa”, cosa che non mi capita mai, e aver fissato un ottimo tempo, migliorando un grande scalatore colombiano, quale è Paez”.

Stephan Unterturner, “ volevo la vittoria”.

“Un’altra ciliegina sulla torta; nel 2016 ho continuato dedicarmi prevalentemente alle corse su strada in salita e mi sono tolto delle belle soddisfazioni. Sapevo di essere nei favoriti, dopo aver vinto domenica di misura su Varesco scalando il Menador; certo che trovare e tenere il giusto ritmo su questa salita non è facile. Applausi al giovane Lucca, che ha fatto un tempone fuori dalla mia portata!”

Jarno Varesco, “la gamba era buona, bella lotta”

“Inavvicinabile il tempo di Lucca, in 13 secondi Unter, Tumler ed io, ho dato tutto e ho gradito la nuova formula a cronometro. Quest’anno mi sono tolto la soddisfazione di sopravanzarli in tante gare, ma davanti oggi sono loro, quindi onore al merito. A Punta Veleno, cercherò di prendere la maglia di leader del Challenge Up Hill”

Serena Gazzini, “ci tenevo, ho faticato a trovare il ritmo, ma c’è l’ho fatta!!”

“Ci tenevo a questa gara e a ri indossare la bella maglia del Challenge Up Hill, uno dei miei obiettivi stagionali. Vado forte in salita, ma non sono una scalatrice. Oggi la testa contava forse quanto le gambe ed il cuore. Io ho dato tutto, ho faticato in alcuni tratti, come tutti penso, perché non trovavo il ritmo giusto, ma sempre in agilità, mi sono “salvata”. Bello il sorriso dei miei bimbi Gabriel e Giorgia che mi aspettavano all’arrivo, bella la premiazione e bello il pasta party tutti assieme”.

Paolo Garniga, l’organizzatore.

La gara è ormai una classica, tanti e qualificati i concorrenti e tanti gli spettatori sul percorso. Doverosamente ringrazio tutti i collaboratori che hanno reso possibile la migliore riuscita e chi ci ha sostenuto. Onore e merito al giovane roveretano Riccardo Lucca, che ha “spazzato via” il record di Paez, vecchio di 8 anni! Ricordiamoci che sono sempre gli Atleti a fare la fortuna di una corsa, trovando soddisfazione e la giusta assistenza e se si ripresentano sempre in un centinaio, vuol proprio dire che la gara merita. Nel 2017, torneremo per l’edizione n°15, con la collocazione classica del 10 agosto ad ore 18.00, sul percorso tradizionale, che ci permette di avere strada chiusa al traffico dal primo all’ultimo chilometro e chissà che con qualche stella… non cada anche il record femminile”.

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale