Busto Garolfo, 01 Maggio 2020

Alcuni corridori della SC Busto Garolfo col DS Bruino Melina

S.C. Busto Garolfo 1954 : Siamo pronti in attesa che si possa ripartire

Con Marino Fusar Poli alla presidenza, inizia la 67° stagione agonistica della “Busto Garolfo”, una vera e propria scuola di ciclismo che ha formato migliaia di giovani ciclisti molti dei quali sono approdati ed hanno lasciato la loro firma anche nel ciclismo professionistico come Martina Alzini che vince anche a livello internazionale ormai da qualche anno senza dimenticare Daniela Fusa Poli, Silvia Castoldi, Giada Geroli (tutt’ora in attività) e tante altre talentuose ciclogirls.

Si anima fortemente il “Marino Nazionale” (è stato anche meccanico delle squadre azzurre per parecchi lustri) e fa subito riferimento ad uno dei suoi pupilli, Matteo Moschetti ovvero il “Saronnino del Naviglio” che in questo inizio di stagione ha già disputato e vinto ben due gare World Tour in Spagna battendo una ruota veloce come Pascal Akermann.

Una sequenza di “grandi nomi” che continua con Stefano Oldani, vincitore di un Gpm a Majorca  e Giacomo Garavaglia, anche lui agli esordi e in evidenza nelle prime due gare disputate tra i prof. Risultati che inorgogliscono Fusar Poli e che costituiscono un grande esempio per tutti i giovani che si apprestano ad iniziare la  stagione agonistica nelle rispettive categorie.

La Busto Garolfo sarà in gruppo con queste squadre :  

Giovanissimi,

Gabriel Maggi, Maira Geroli, Manuel Colombo, Anita D’Alessandro, Chantal Piscopo e, Giada Pellegrino.

DS Luciano Vignati e Dino D’Alessandro.

Esordienti,

Martina Barbiero, Mattia Barbui, Giuseppe Bungaro, Stefano Colla, Nicolò D’Alessandro, Nicolò Luciani, Marco Taccini e Rocco El Dib.

DS Bruno Melina e Dino D’Alessandro.

Allievi,

Matteo Bandera, Simone Bon, Luigi Ceriani, Federico Menga, Federico Lazzarin, Milo Marcolli, Alessandro Buccellini, Igor Belletta e Giacomo Laghi.

DS Bruno Melina.

Servizio a cura di  :  Vito Bernardi

Di Bernardi Vito

Il mondo del cilcismo locale e nazionale ha trovato una nuova e qualificata vetrina online. Si tratta del sito www.pedaletricolore.it, fondato e diretto da Vito Bernardi, giornalista pubblicista, conosciuto da tutti nell'ambiente delle due ruote. Nelle sue pagine, Bernardi raccoglie notizie, comunicati stampa, immagini di corse, atleti, società, dirigenti, e la più ampia informazione su quello che accade quotidianamente nell'Alto Milanese, ma anche a livello nazionale ed internazionale